Connect
To Top

Pronti 50 milioni per MPMI del settore Turismo e Cultura

Dal 5 ottobre sarà possibile richiedere il contributo a fondo perduto per compensare parte dalle perdite subite

Dopo gli avvisi Micro-prestito, Titolo II Capo III e Capo VI Turismo, START in favore dei professionisti, andati esauriti in poche settimane, dal prossimo 5 ottobre sarà attiva la piattaforma online www.custodiamoturismocultura.regione.puglia.it attraverso la quale l’Agenzia regionale del Turismo Pugliapromozione, delegata per la prima volta alla gestione diretta di aiuti di stato in qualità di organismo intermedio, erogherà alle Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) pugliesi dei comparti Turismo e Cultura specifiche sovvenzioni interamente a fondo perduto, finalizzate a neutralizzare almeno in parte gli effetti economici negativi prodotti dal COVID-19 e a favorire la ripresa di settori strategici per l’economia regionale.

La misura è rivolta alle micro, piccole e medie imprese (MPMI):
–  del settore alberghiero (alberghi e strutture simili con una sovvenzione fino a un massimo di 80 mila euro) ed extralberghiero (villaggi turistici, ostelli della gioventù, affittacamere, case e appartamenti vacanze, bed & breakfast, residence, campeggi e aree attrezzate per camper e roulotte, con una sovvenzione fino a un massimo di 35 mila euro), alle agenzie di viaggio e tour operator (con una sovvenzione fino a un massimo di 20 mila euro)
del settore culturale e creativo più pesantemente colpito dal lockdown (commercio ed edizione di libri, commercio al dettaglio di musica e video, produzione, post-produzione e distribuzione cinematografica, di video e programmi tv, proiezione cinematografica, attività fotografiche e di fotoreporter, noleggio di strutture e attrezzature per manifestazioni e spettacoli, organizzazione di convegni e fiere, gestione di strutture artistiche, rappresentazioni artistiche, parchi di divertimento e parchi tematici, attività di biblioteche, archivi, musei, di gestione di luoghi e monumenti storici e attrazioni simili), con una sovvenzione compresa tra 5 e 65 mila Euro in base al numero di U.L.A. (Unità Lavorative per Anno) occupate.
Grazie a questo nuovo strumento, alle imprese che, nel periodo compreso tra il 1° febbraio e il 31 agosto 2020, hanno subito una perdita di fatturato compresa tra il 40% e il 100% rispetto al corrispondente periodo del 2019, sarà riconosciuta una sovvenzione compresa tra il 40% e il 90% dei costi fissi effettivamente sostenuti (personale, utenze, canoni di locazione, assicurazioni, leasing, servizi di pulizia e di sicurezza). L’importo della sovvenzione sarà, inoltre, proporzionato al numero di U.L.A. occupate nel periodo 1° marzo 2019 – 29 febbraio 2020.

L’istanza per accedere alle sovvenzioni dovrà essere presentata esclusivamente in via telematica attraverso la procedura on line – disponibile dalle ore 9.00 del 5 ottobre 2020 e fino alle ore 12.00 del 20 novembre 2020 – sul portale CUSTODIAMO TURISMO E CULTURA IN PUGLIA, rispettivamente nelle sezioni TURISMO e CULTURA (al link  www.custodiamoturismocultura.regione.puglia.it) .
La selezione delle istanze avverrà secondo l’ordine di trasmissione e fino a concorrenza delle risorse stanziate, tramite procedura “automatica”, priva di istruttoria tecnica ed economico-finanziaria.
Si procederà, pertanto, al mero accertamento della completezza e della regolarità delle istanze presentate e della documentazione allegata, comprensiva di una relazione asseverata – a firma di esperto indipendente – attestante il calo di fatturato, il numero di U.L.A. impiegate e i costi fissi effettivamente sostenuti.
Nel caso dell’avviso Custodiamo la Cultura in Puglia, il 100% dell’importo totale della sovvenzione concessa, sarà erogato successivamente al provvedimento di concessione controfirmato per accettazione dal Beneficiario.
Nel caso dell’avviso Custodiamo il Turismo in Puglia, l’erogazione della sovvenzione concessa avverrà secondo le seguenti modalità e tempistiche:
– il 90% dell’importo totale, successivamente al provvedimento di concessione controfirmato per accettazione dal Beneficiario medesimo;
– il residuo 10% successivamente alla conclusione con esito positivo delle verifiche atte a comprovare che il numero di U.L.A. impiegate nel periodo 1° giugno 2020 – 31 maggio 2021 risulti uguale o superiore a quello dichiarato, in fase di accesso alla concessione della sovvenzione, in relazione al periodo 1° marzo 2019 – 29 febbraio 2020.

Per saperne di più o per presentare l’istanza contattaci al numero 0881331493 o scrivi a  info@cdofoggia.it

You must be logged in to post a comment Login

Altro in Finanza e credito

Translate »